VERBALE DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO, SEDUTA DEL 16-4-2013

 

 ORDINE DEL GIORNO: 

      1)  NUOVO PIANO PER L’OFFERTA FORMATIVA (POF)

      2)  ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

                       

Comunicazioni del dirigente,  Piano per l’offerta formativa (Pof)

Il  dirigente Claudio  Bergianti  apre  la  seduta  con la presentazione del documento preliminare per la predisposizione del Nuovo Piano dell’Offerta Formativa di respiro pluriennale, in grado di tracciare l’identità di medio periodo della scuola, a cui agganciare la parte progettuale di anno in anno.

“L’obiettivo – osserva il prof. Bergianti - è di avviare un confronto sulle modifiche del contesto socio-economico e programmare possibili impatti sulla domanda di formazione che questi scenari vanno a determinare. Occorre considerare le richieste delle famiglie, degli studenti, le aspettative del mondo economico e dell’Università, i risultati dell’attività degli ultimi anni, il quadro normativo dei possibili indirizzi, i profili in uscita e i quadri orari, i margini di autonomia e di flessibilità, i “prodotti “ delle scuole superiori del distretto.

Ci si interroga sul profilo identitario della scuola, in particolare  sulle  caratteristiche che dovranno contraddistinguerla dalle altre, sull’apertura internazionale, sulla qualità della formazione linguistica, economico-giuridica e sui bisogni educativi speciali”.

Il prof Caperchione interviene dicendo che è tutto ragionevole con ‘un nota bene’:

“Occorre puntare sulla qualità delle discipline economico-aziendali e rafforzare le competenze linguistiche, avendo cura di insegnare un inglese con un focus pratico ed i docenti dovrebbero adeguarsi di conseguenza. L’attivazione dell’indirizzo Relazioni internazionali è da approvare, in sostituzione dell’indirizzo turistico in quanto il territorio non è in grado di offrire opportunità di lavoro per quell’ambito. Sarebbe inoltre utile riservare l’accesso ad alcuni corsi soltanto a coloro che riescono a superare il test d’ingresso, allo scopo di mantenere alto il profilo in uscita”.

“Purtroppo - risponde Roberto Misteriosi, referente dell’Abi - il settore bancario attraversa una grave crisi e l’indirizzo Relazioni internazionali non è richiesto, salvo  casi eccezionali come le banche a vocazione internazionale. Il lavoro del bancario sta cambiando: sta scomparendo la figura del classico ‘cassiere’, in quanto si deve  proporre alla clientela sempre più attività di consulenza. Equilibrio, ascolto ed empatia, comunicazione, capacità di analisi , di approfondimento e di sintesi, iniziativa, flessibilità e motivazione sono competenze fondamentali per le assunzioni. La preparazione di base e le competenze informatiche si danno per scontate in quanto la conoscenza del credito e dei bilanci sono guidate da parametri standard e pertanto sono meno rilevanti rispetto alle altre competenze relazionali. Il voto di uscita, anche per i laureati, è il primo criterio di scelta. La conoscenza delle lingue non è rilevante in quanto la maggior parte dei ruoli da coprire è di natura commerciale”.

L’imprenditore Roberto Gasparini espone i temi del mercato del lavoro del settore manifatturiero nel distretto di Carpi: "Ora è necessario dare speranza ai giovani attraverso l’esperienza di imprese di successo affinché si possa diffondere l’idea del lavoro autonomo che con  proposte innovative rappresenta un’ottima  alternativa al posto di lavoro precario. Il territorio carpigiano è stimolante in quanto è già un “tessuto d’impresa” importante.

Catia Toffanello espone, a sua volta, le opportunità del settore cooperativo per le imprese di nuova costituzione con la collaborazione di esperti senior a disposizione dei giovani che intendono avviare nuove attività

 

Conclusione e proposte operative su stage, Simulimpresa, valutazione delle opzioni,  nuovo Piano  dell’Offerta Formativa.  

Il dirigente e il prof. Alessandro Smerieri rimarcano sia l’importanza dell'attività di alternanza scuola-lavoro, sia dell’impresa simulata. In particolare quest’ultima richiede un percorso organizzativo notevole in quanto si tratta di  un gioco di squadra particolarmente utile per la crescita professionale dei ragazzi e per  lo sviluppo delle doti di intraprendenza degli allievi.

“Riguardo agli indirizzi e, in particolare, sulle opzioni ‘Turismo’ in luogo di ‘Relazioni internazionali’- interviene Roberto Misteriosi – non conviene investire in quanto il distretto di Carpi è ricettivo nell’ambito del turismo eno-gastronomico, già coperto da altri istituti”.

Il dirigente scolastico ringrazia tutti i presenti per la preziosa collaborazione e conclude dicendo che  occorre rafforzare sia la conoscenza della cultura economica che quella storico-umanistica e agire sulle motivazioni degli studenti in quanto nei momenti di crisi ci si deve preparare nel modo migliore  per poter affrontare  gli scenari imprevedibili del futuro mercato del lavoro.

 

E’ iniziata l’attività del Comitato tecnico scientifico dell’Iis Meucci. Il neo-costituito organismo ha tenuto la sua prima seduta lo scorso 12 marzo. Ne fanno parte 13 membri (sei esterni e sei docenti più il dirigente scolastico: la composizione è riportata sotto).

Nella prima riunione il dirigente ha presentato ai membri esterni il profilo dell’istituto e ha chiesto loro un contributo d’idee per favorire un’integrazione più stretta tra gli indirizzi della scuola e le esigenze del mercato del lavoro del territorio. In particolare il sindaco di Soliera, Giuseppe Schena (che ha sostituito il sindaco di Carpi Enrico Campedelli come rappresentante dell’Unione dei comuni), si è reso disponibile per “verificare il monitoraggio degli studenti usciti dal Meucci negli scorsi anni” in modo da avere dati sul loro inserimento nel mercato del lavoro o sul proseguimento degli studi. I docenti hanno poi chiesto ai rappresentanti delle associazioni e degli ordini professionali rapporti più stretti per migliorare le esperienze di alternanza scuola-lavoro e dei progetti di Simulimpresa (che partiranno nel 2013/14).

I docenti che volessero una relazione più dettagliata possono chiedere copia del verbale a uno dei seguenti colleghi: A.Smerieri, P.Catellani, B.Rovatti, L.Dondi, A.Desiato. La prossima seduta del Cts è prevista per il mese di maggio.

 

COMPOSIZIONE DEL COMITATO TENICO SCIENTIFICO

MEMBRI ESTERNI

Enrico Campedelli, sindaco di Carpi (in rappresentanza dell’Unione dei comuni Terre d’Argine)

Fabio Benetti, avvocato (in rappresentanza degli ordini professionali)

Simonetta Franchini, funzionaria del Banco Popolare (in rappresentanza pro-tempore dell’Abi e del settore servizi)

Marco Gasparini, imprenditore, ad e socio unico di Ribelle srl  (in rappresentanza di Confindustria, Lapam e Cna)

Catia Toffanello, funzionario di Legacoop Modena (in rappresentanza delle aziende cooperative e del terzo settore)

Eugenio Caperchione, professore ordinario di Economia aziendale dell’Università di Modena e Reggio (in rappresentanza delle università)

 

MEMBRI INTERNI

Claudio Bergianti (dirigente scolastico)

Alessandro Smerieri (docente per la funzione strumentale Relazioni Esterne)

Paola Catellani (docente per i rapporti alternanza scuola-lavoro)

Barbara Rovatti (docente per le materie economiche e giuridiche)

Lorella Dondi (docente per le materie matematiche e informatiche)

Antonio Desiato (docente per il sostegno)

Miria Muzzioli (docente per le materie letterarie)